Maggiorana

Origanum Majorana

Adoperata dai Greci, raccomandata dai dotti Arabi, coltivata nell’Antico Egitto ove era nota come la Pianta di Osiride. Oggi, fra le erbe di gran classe , prevalenti nella graduata cucina saporosa.

Esaurito

Descrizione

Suffrutice perenne. Sono innumerevoli le confusioni che si fanno tra l’organo e la maggiorana: se le foglie sono grigiastre e vellutate si tratta certamente di maggiorana; se sono verdi e coperte da peluria si tratta di origano.
L’azione calmante ed espettorante della maggiorana è dovuta al suo elevato contenuto di olii essenziali, che a dosi elevate diventano stupefacenti.

Infuso di Maggiorana

10-15g di sommità fiorite secche in acqua bollente, lasciar riposare per 5-10 minuti, filtrare. 2-3 Tazze al dì.

In Cucina

Nei cibi cotti, da aggiungere a cottura compiuta, onde non disperderne l’aroma.

Ottimo ingrediente in abbinamento con:

Benessere e Salute

I suoi olii essenziali sono noti con proprietà:

Scopri di più

  • Thymus vulgaris

    Il nome deriva da una pianta Egiziana che serviva all’imbalsamazione, veniva anche bruciata nei rituali di sacrificio .

  • Esaurito
    Origanum vulgare

    Dal nome latino che significa «splendore della montagna».

  • Esaurito
    Lavandula angustifolia

    Per le pregevoli caratteristiche delle infiorescenze , la lavanda ha sempre avuto un largo impego popolare per impartire un gradevole profumo alle biancherie fresche di bucato, come repellente per tarme dei vestiti.
    Il forte profumo della pianta la rende tra le più intense delle aromatiche.